Cerca
0

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Come pulire l’arredo da giardino


La primavera ha già fatto capolino, le ore di luce si stanno allungando e la piacevole sensazione dell’aria tiepida sulla pelle fa aumentare la nostra voglia di trascorrere più tempo negli spazi aperti di casa.
Prima di rilassarci a prendere il sole o invitare gli amici per un pranzo in terrazza, dobbiamo però occuparci della pulizia di tavoli, sedie e tutto l’arredo da giardino.

Se abbiamo la fortuna di avere posto in garage per riporre i complementi da esterno durante la stagione invernale, questi saranno solamente da spolverare e disporre all’esterno.
Se invece, come spesso capita, siamo stati costretti a lasciarli fuori sotto pioggia, grandine e intemperie di ogni genere, avremo bisogno di eseguire una pulizia più profonda prima di metterli nuovamente in uso.

Vediamo come procedere.

Partiamo dall’alto

Strumenti appositi ci permettono di spolverare in altezza restando comodamente a terra, come la coppia di prolunghe che renderanno il tubo dell’aspirapolvere più lungo. Sono estensioni rigide in plastica resistente ma leggera, facili da tenere in sospensione quando si eseguono le pulizie tenendo alte le braccia. Misurano ben 50 cm l’una e possono essere usate singolarmente, oppure in combinato, per ottenere quindi 1 metro di estensione totale.

Ora che siamo attrezzati per le pulizie in altezza, cosa possiamo utilizzare per aspirare bene la polvere e lo sporco della nostra struttura telonata? Consigliamo una spazzola per tappezzeria, fatta con setole lunghe e morbide per non rovinare il tessuto. Questo genere di strumento non solo vi aiuterà con la manutenzione delle strutture estive, ma vi tornerà molto utile durante tutto l’anno perché è indicata anche per aspirare abiti, tappezzeria domestica e perfino animali di piccola/media taglia.

Non dimentichiamo inoltre che entrambi gli accessori, prolunghe e spazzola per tendaggi, possono essere collegati all’aspirapolvere centralizzato, o a quello classico, e il gioco è fatto; riusciremo a raggiungere e spolverare in alto senza problemi e senza salire sulla scala.

Pulire sedie di plastica

A rovinare l’aspetto originario della plastica di cui spesso sono fatte le sedie e i tavoli da esterno, non è solo il passare del tempo, ma soprattutto quello che vi rimane depositato sopra: terra, pioggia e anche quei “ricordini” poco simpatici degli uccellini.

La priorità è dunque rimuovere tutto lo sporco più evidente e la polvere in modo accurato: utilizziamo uno spazzolino a setole dalla forma contenuta. Si collega facilmente all’aspirapolvere centralizzato di casa ma è compatibile anche con i modelli tradizionali e ci permetterà di aspirare con facilità l’intera superficie delle sedie, comprese quelle porzioni lavorate o irregolari.

A questo punto dobbiamo lavare. Per ottenere un effetto sbiancante possiamo utilizzare due semplici ingredienti:

  • Acqua calda
  • Bicarbonato

Aggiungendo circa 2 cucchiai di bicarbonato in 1 litro di acqua calda si ottiene un metodo pratico ed efficace per detergere e donare nuova lucentezza al bianco della plastica. Strofiniamo bene con una spugna, procediamo poi al risciacquo e facciamo asciugare bene. Possiamo eseguire questo procedimento per tutti gli arredi da giardino in plastica, ovvero tavoli, panche e sgabelli, anche se sono colorati e non bianchi.

Arredo da giardino in legno

Ecco cosa fare se abbiamo un tavolo in legno. Eliminiamo tutto lo sporco eseguendo la stessa procedura descritta per spolverare le sedie in plastica. Utilizzando l’aspiratore centralizzato, questo lavoro sarà più facile, perché avremo a disposizione un tubo flessibile di 9 metri. Leggero e maneggevole ci consentirà manovre ampie e dove non fosse più sufficiente, è possibile collegarlo, attraverso appositi manicotti di raccordo, ad una ulteriore prolunga, come questa che regala 2 metri di flessibile in più.

Esiste anche un manicotto girevole che consente di unire il tubo alla sua presa aspirante utilizzando un terminale girevole, il quale, asseconda i movimenti del flessibile quando è in uso, permettendogli di ruotare. Con questi alleati che l’aspirazione centralizzata ci mette a disposizione, nessuna zona sarà più irraggiungibile.

Dopo aver tolto la polvere pensiamo a lavare il nostro tavolo in legno. Questa volta gli ingredienti saranno:

  • Acqua calda
  • Sapone neutro/sapone di marsiglia

Insaponiamo a dovere e infine risciacquiamo. Una volta che il tavolo sarà asciutto dobbiamo fare un passaggio in più: pulire il tavolo in legno significa anche dare nuovo nutrimento al materiale disidratato e ravvivarlo se scolorito dal sole. Informiamoci sempre tramite il rivenditore sul trattamento ideale, perché potrebbe variare leggermente in base al tipo di legno. In generale si tratta di un prodotto oleoso che riesce a reidratare la fibra del legno ravvivandone il colore.

Ultimo ma non meno importante, il pavimento.

Possiamo eseguire tutta l’operazione di pulizia e lavaggio degli elementi di arredo da giardino direttamente sull’erba, il lavoro risulterà più piacevole se fatto a piedi nudi sul prato.
Se però abbiamo intenzione di utilizzare prodotti chimici oltre alla sola acqua, è consigliabile sfruttare una superficie pavimentata, dove sapone e detergenti non faranno alcun danno.

L’inconveniente sarà ritrovarsi inevitabilmente con del liquido a terra che dovremo asciugare ma anche per questo c’è una soluzione.
Ci viene in aiuto l’accessorio aspiraliquidi con la sua spazzola dagli streep in gomma, per asciugare tutto il pavimento in maniera comoda e veloce. Un accessorio sempre utilissimo per risparmiare tempo e ancor di più se stiamo aspettando ospiti!

Scopri tutti gli approfondimenti preparati dallo staff GDA

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

per te un
COUPON SCONTO del 10%
Ricorda: i coupon di sconto non sono cumulabili

  • Reload captcha